Vitamine: sei sicura di averne sempre abbastanza?

Quando sei stanca, o ti ammali spesso, o sei sempre nervosa non pensi come prima cosa “Accidenti, mi mancano le vitamine!”

Eppure molti dei fastidi che affronti ogni giorno legati al tuo corpo (ma anche alla tua mente) possono essere collegate proprio ad una loro carenza.

In questo articolo scoprirai come non rischiare di restare mai senza queste preziose sostanze e aiutare il tuo corpo ad essere sempre in forma!

Perché corri il rischio di qualche carenza di vitamine?

Tutti sanno ormai che le vitamine sono vitali al benessere dell’organismo e indispensabili a mantenere un corpo in vita e in salute.

Il tuo corpo non le produce da solo, per questo puoi averle solo attraverso la dieta.

Quando ti manca una qualche vitamina per troppo tempo, corri addirittura il rischio di sindromi da carenze specifica.

Prima di arrivare a conseguenze così gravi per la tua salute però, il tuo corpo ti manda dei segnali chiari, come spossatezza o più facilità ad ammalarti.

Ma come si arriva ad avere una carenza di vitamine?

Ad esempio se hai un’alimentazione troppo squilibrata, priva di frutta e verdura fresca.

La mancanza di tempo, l’acquisto di pasti pronti e cibi industrializzati contribuiscono a non garantirtene l’apporto adeguato.

Non finisce qui:

null
spesso la frutta e verdura che porti alla tua tavola ha affrontato un viaggio lunghissimo, magari a temperature di conservazione non idonee, e per questo subisce una perdita di vitamine;
null
i cibi sottoposti ai processi di pastorizzazione o sterilizzazione (e per la legge devono essere usate alte temperature), vengono privati notevolmente dei loro apporti vitaminici;
null
tutta la verdura impacchettata dentro le buste nel reparto surgelati del tuo negozio perde una parte di vitamine;
null
durante i processi di cottura, come la bollitura, la cottura in forno o al vapore e al microonde il cibo perde buona parte dei micronutrienti.

Sai che le cattive abitudini ti costano un sacco di vitamine?

Come se non bastassero i motivi che hai appena letto, anche alcune abitudini piuttosto discutibili ti fanno perdere molte di queste preziose sostanze.

Vediamo insieme quali sono: 

Fumo e carenza di vitamine

Il fumo di tabacco produce radicali liberi, molecole di ossigeno capaci di danneggiare le cellule del tuo corpo attraverso reazioni di ossidazione.

Uno studio sugli effetti protettivi della vitamina C in correlazione al fumo di sigaretta, svolta dal Dipartimento di Medicina e dalla Università in California, ha dimostrato che la vitamina C contribuisce a limitare i danni del fumo alle cellule del corpo.

Da questo studio emerge chiara una cosa: una maggiore assunzione di vitamina C porta dei benefici concreti per i fumatori.

I fumatori hanno dei livelli di vitamina C molto più bassi rispetto ai non fumatori e sono esposti al maggior rischio di carenza di questa vitamina, proprio perché viene “consumata” per limitare i danni del tabacco.

Questa vitamina però contribuisce a mantenere il sistema immunitario efficiente, una sua carenza può renderti più vulnerabile agli attacchi di virus e batteri.

Il fumo è anche associato a basse concentrazioni di altri micronutrienti.

Uno studio svolto dal Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie di Atlanta ha confrontato alcuni micronutrienti (le vitamine A, E, e C, i carotenoidi e alcuni gruppi della vitamina B, i minerali in particolare selenio, zinco e rame) tra i fumatori e non fumatori.

I dati sono stati poi ulteriormente esaminati: era importante anche capire se queste differenze dipendevano dalla loro dieta o dalle conseguenze delle infiammazioni causati dal fumo.

La conclusione è che i danni da fumo sono associati anche ad una carenza di sostanze nutritive essenziali.

Troppo sole può toglierti vitamine?

Hai presente quando, durante l’estate, ti crogioli al sole alla ricerca della tintarella perfetta?

Ecco, in quel momento sottoponi la tua pelle ad un’esposizione continua e prolungata ai raggi UV (le radiazioni ultraviolette) e stai facendo produrre al tuo corpo una quantità massiccia di radicali liberi (sì, gli stessi che ti incasinano le cellule quando fumi).

Tra le belle caratteristiche di questi piccoli danneggiatori ce n’è una che odierai più delle altre: ti fanno invecchiare la pelle prima del tempo.

Come detto prima, la vitamina C ha il potere di bloccare i loro effetti negativi sul nascere, ma poi ovviamente ne resta poca per tutto il resto delle cose utili al tuo organismo.

Inquinamento atmosferico e vitamine posso essere collegati?

Se vivi in una grande città sai perfettamente da sola a quanto inquinamento sei sottoposta ogni giorno.

Oltre a farti produrre radicali liberi come il fumo e il sole, e quindi a compromettere quantomeno i livelli di vitamina C nel tuo corpo, questo strato tra te e il sole crea anche un altro danno.

L’inquinamento atmosferico della città influenza i livelli della vitamina D, perché crea una sorta di barriera alla luce solare e non permette una sintesi adeguata di questa vitamina.

 

Anche lo stress ci mette lo zampino

Uno stile di vita frenetico, un eccessivo affaticamento e tutto ciò che ti causa stress può portare il tuo corpo ad avere carenze di micronutrienti perché aumenta la produzione dei radicali liberi.

Inoltre se sei povera di alcune vitamine, come ad esempio alcune di quelle del gruppo B, puoi avere come conseguenza maggiore nervosismo e umore a terra… come vedi in questo caso è un serpente che si morde la coda!

L’alcool limita l’assorbimento delle vitamine

Un’eccessiva l’assunzione di alcol può portare ad avere poche vitamine, perché compromette il loro l’assorbimento al livello intestinale e incide quindi sullo stato di salute.

Quindi se hai l’abitudine di fare spesso l’aperitivo fai attenzione ad introdurre sempre la corretta dose di vitamine ogni giorno!

 

Come hai visto quasi tutte le “cattive abitudini” hanno come conseguenza la produzione eccessiva di radicali liberi e un abbassamento delle sostanze nutritive essenziali nel corpo.

 

Il fumo, l’assunzione di alcool, l’inquinamento atmosferico, uno stress eccessivo e dieta squilibrata possono far sì che il tuo organismo non sia sempre in grado di proteggersi da solo al meglio.

Un aiuto può arrivare dall’integrazione!

Per aiutare il tuo corpo a ricevere ogni giorno la quantità giusta di nutrienti XWOMAN NUTRITION ha creato WONDER X, il multivitaminico per donne arricchito di minerali e altri attivi biologici.

Per dare una mano al tuo corpo a vincere debolezza e disturbi di stagione puoi dare supporto alla tua dieta con WONDER X, e garantire al tuo organismo tutte le sostanze nutritive essenziali di cui ha bisogno.

 

Ora che sai quali sono le azioni che possono privarti delle sostanze indispensabili al tuo benessere e come combatterle non perdere altro tempo…

Voglio farti un regalo: grazie al codice promozionale ALENA15 potrai acquistare WONDER X con uno sconto del 15%.

Sommato allo sconto del 10% già presente sul sito, potrai avere WONDER X con uno sconto complessivo del 25%!

Il codice è valido su tutti i prodotti presenti sul sito.

Prova subito WONDER X e scopri cosa può fare per te, e non dimenticare di inserire il codice promozionale ALENA15 al momento dell’acquisto, per ricevere il 15% di sconto su ogni prodotto!

 

Alena Vitova

Fitness Coach XWOMAN

Bibliografia

 

Lee, S., Choi, Y., Jeong, H. S., Lee, J., & Sung, J. (2017). Effect of different cooking methods on the content of vitamins and true retention in selected vegetables. Food Science and Biotechnology. doi:10.1007/s10068-017-0281-1, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6049644/

 

Frei, B., Forte, T. M., Ames, B. N., & Cross, C. E. (1991). Gas phase oxidants of cigarette smoke induce lipid peroxidation and changes in lipoprotein properties in human blood plasma. Protective effects of ascorbic acid. Biochemical Journal, 277(1), 133–138. doi:10.1042/bj2770133, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1151201/

 

Northrop-Clewes, C. A., & Thurnham, D. I. (2007). Monitoring micronutrients in cigarette smokers. Clinica Chimica Acta, 377(1-2), 14–38. doi:10.1016/j.cca.2006.08.028, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17045981/  

 

Packer, L., Witt, E. H., & Tritschler, H. J. (1995). Alpha-lipoic acid as a biological antioxidant. Free Radical Biology and Medicine, 19(2), 227–250. doi:10.1016/0891-5849(95)00017-r, https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/7649494/

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati