Sindrome premestruale, scopri perché ne soffri e come liberartene

Si dice che le donne abbiano una marcia in più, possiamo persino dare la vita a una nuova creatura! Ma quell’odioso periodo del mese che questo dono ci costa è davvero una tortura: la fame e la voglia di dolci perenne, il senso di gonfiore e pesantezza e l’immagine di te stessa lievitata allo specchio rendono quei giorni un inferno.

I disagi, poi, non sono solo a livello fisico, anzi. Vogliamo parlare di tutte le persone che ti stanno intorno che in un modo o nell’altro riescono sempre a farti arrabbiare? E quel senso di stanchezza e irritabilità che ti toglie le forze per fare qualsiasi cosa?

La sindrome premestruale tormenta moltissime donne in età fertile e peggiora con l’avanzare degli anni.

Questo significa che di mese in mese sei destinata a sopportare sempre di più questi disagi?

Probabilmente sì, se non farai nulla per combatterli.

Ecco perché in questo articolo ho deciso di aiutarti, dandoti dei preziosi consigli per ridurre o addirittura sconfiggere i sintomi della sindrome premestruale e vivere quei giorni del mese in piena calma e serenità.

Sindrome premestruale: che cos’è e quando inizia?

Ormai ne senti parlare un po’ dappertutto, ma forse non sai che la sindrome premestruale è una vera e propria condizione patologica.

Non si tratta solo di una settimana in cui hai sempre voglia di gelato e il tuo umore cambia più velocemente delle lancette dell’orologio.

Ci sono infatti una serie di cambiamenti a livello ormonale e delle carenze a livello nutrizionale, che sono la causa primaria di tutti i disagi che devi sopportare in quel periodo del mese. Scopriamoli più nel dettaglio.

Tutti i sintomi della sindrome premestruale

La sindrome premestruale colpisce più o meno intensamente il 90% delle donne in età fertile.

I vari sintomi possono essere sia di natura fisiologica che psicologica:

Ti rivedi in uno o più di questi punti? Molto probabilmente sì!

Solitamente i sintomi compaiono tra i 14 e i 7 giorni prima del ciclo, per scomparire solamente con l’arrivo delle mestruazioni, ma la durata e l’intensità sono molto soggettivi.

Ci sono alcune buone abitudini, però, che se seguite con costanza possono aiutare ogni donna a ridurre tutti questi fastidi legati al ciclo mestruale.

Quali rimedi adottare per alleviare la sindrome premestruale?

Ammettilo che, almeno una volta nella vita, hai cercato di combattere i sintomi dell’arrivo del ciclo con qualche farmaco. Iniziano i crampi, e subito si manda giù la pillola. Lo abbiamo fatto tutte!

Ma hai mai riflettuto sulle conseguenze negative dell’uso dei farmaci?

Gli antidolorifici sono irritanti per lo stomaco e non di rado causano problemi a livello gastrointestinale, come nausea, vomito e bruciore. Ricorrere alla pillola magica dovrebbe essere l’ultima spiaggia se davvero ci tieni alla tua salute.

Quello che puoi fare, invece, è adottare delle buone abitudini e usare prodotti naturali senza effetti collaterali per ridurre al minimo sintomi quali gonfiore e sbalzi d’umore, senza dover ricorrere alla medicina. Scoprile tutte qui di seguito!

La giusta alimentazione contro gonfiore e stitichezza

Cerca di portare sempre a tavola frutta e verdura, ricche di sali minerali, vitamine e fibre e povere di calorie, perfette per placare la fame a lungo e per combattere gonfiore e stitichezza.

Contro la stanchezza, invece, non farti mai mancare alimenti ricchi di ferro, come avena, crusca o verdure a foglia verde da abbinare a fonti di vitamina C, come gli agrumi, per favorirne l’assorbimento.

Abbassa lo stress e aumenta il buonumore con l’attività fisica

L’attività fisica è un vero e proprio toccasana per l’umore e il benessere nelle settimane premestruali.

Praticare un qualsiasi sport non solo fa bene alla forma fisica e al dimagrimento, ma aiuta anche a combattere lo stress, alleviare le tensioni e ritrovare il buonumore.

L’attività fisica, infatti, promuove il rilascio di endorfine, delle sostanze chimiche che possiedono proprietà antidolorifiche e aumentano il senso di benessere. Non importa il tipo di attività che decidi di fare: scegli quello che più ti piace, indossa le scarpe sportive e…muoviti! 

Integratori per la sindrome premestruale: quali scegliere e perché?

Se adotterai queste buone abitudini vedrai come il gonfiore, i crampi e l’umore altalenante miglioreranno di mese in mese.

Tuttavia, se fai parte di quella fetta di donne che soffre tremendamente i dolori addominali, la stanchezza e tutti i disagi che il periodo premestruale comporta, tanto da impedirti di fare normalmente tutte le attività quotidiane, allora hai davvero bisogno di un aiuto dall’interno.

Esistono in natura alcune piante che hanno un potere analgesico e aiutano il corpo a combattere naturalmente i sintomi associati al pre-ciclo.

L’Agnocasto: un aiuto dalla natura per dire addio a crampi e gonfiore

La più conosciuta di queste piante è l’agnocasto.

In uno studio pubblicato nella rivista scientifica Complementary Therapies in Medicine è stata analizzata l’efficacia del trattamento dei sintomi da sindrome premestruale con un preparato a base di agnocasto e comparato ad un placebo.

Le donne che hanno assunto l’integratore a base di agnocasto hanno visto una riduzione dei sintomi di ben 2.57 volte superiore rispetto a coloro che hanno utilizzato il placebo.

La sua assunzione contrasta l’irritabilità e gli sbalzi d’umore, riduce la sensazione di gonfiore e dolore al seno ed è un valido aiuto anche in caso di flusso abbondante e irregolare.

Scarlet X: l’alleato delle donne nel combattere la sindrome premestruale

Ecco perché l’agnocasto è l’ingrediente “segreto” di Scarlet X, l’alleato perfetto per il periodo pre e durante il ciclo.

Scarlet X è un integratore a base di ferro e lattoferrina, che riduce il senso di stanchezza e affaticamento, e vitamina C che ne aumenta l’assorbimento. Durante il ciclo, avere una carenza di ferro è facile e una sua integrazione è di certo utile.

La sua formula è poi resa unica proprio dall’aggiunta di Agnocasto, la pianta alleata delle donne per combattere i disturbi del periodo premestruale.

Ora che conosci tutti i sintomi della sindrome premestruale, resta a te la scelta di combatterli per sempre. Come hai scoperto all’inizio dell’articolo, i sintomi peggiorano con l’avanzare del tempo: se ora sono lievi, tra un anno maledirai quel giorno in cui non li hai presi seriamente.

Puoi mettere in pratica tutte le buone abitudini che ti ho elencato, sia a tavola che nella quotidianità, e sperare in un grande miglioramento.

Oppure puoi unire queste strategie a Scarlet X e godere dei benefici dell’Agnocasto e del ferro per dire addio a crampi, irritabilità e stanchezza per sempre.

Se sei arrivata fino a qui forse hai davvero bisogno di un aiuto, per cui ti ho riservato un codice speciale, per acquistare Scarlet X con il 15% di sconto che si somma agli sconti già presenti nel sito.

Avrai così totale di 25% di sconto sui prodotti singoli e del 30% sui Pack.

Questo codice è valido una sola volta e solo per il tuo primo acquisto, approfittane quindi ora e inserisci nella casella dedicata al codice sconto la scritta: SILVIA15

Ricorda che il codice è valido solo una volta, approfittane dunque per fare la scorta!

 

Silvia Moretto

Fitness Coach XWOMAN

Bibliografia

  1. Archives of Women’s Mental Health – December 2017

    Vitex agnus castus for premenstrual syndrome and premenstrual dysphoric disorder: a systematic review

    Raphael O Cerqueira, Benicio N Frey, Emilie Leclerc, Elisa Brietzke

    DOI: 10.1007/s00737-017-0791-0

  2. Complementary Therapies in Medicine – December 2019

    Vitex agnus-castus in premenstrual syndrome: A meta-analysis of double-blind randomised controlled trials

    Dezső Csupor, Tamás Lantos, Péter Hegyi, Ria Benkő, Réka Viola, Zoltán Gyöngyi, Péter Csécsei, Barbara Tóth, Andrea Vasas, Katalin Márta, Ildikó Rostás, Andrea Szentesi, Mária Matuz

    DOI: 10.1016/j.ctim.2019.08.024

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati