Prova costume: è così lontana come pensi?

Forse pensi che sia presto per pensare alla prova costume.

Lascia che ti dica che ogni anno la fregatura parte proprio da qui.

Quante volte ti sei ritrovata, a ridosso dell’estate, a doverti liberare di quei chiletti in più misteriosamente comparsi durante l’inverno?

Magari cercando soluzioni veloci come diete fai da te o lette su qualche rivista (che promettono miracoli in pochi giorni ma non funzionano mai).

Non fare di nuovo questo errore!

I vestiti invernali e l’inganno che nasconde il problema

Oggi ti racconto una storia: la mia.

Ma potrebbe essere la storia di una qualsiasi donna in questo periodo.

Ci sono cascata di nuovo.

No, non sto canticchiando uno degli ultimi successi di Sanremo, ma sto facendo un mea culpa per gli errori alimentari commessi nell’ultimo mese.

Devi sapere che per molti anni la mia alimentazione ha avuto spesso alti e bassi, come succede a molte altre donne.

Qualche anno fa ho preso delle buone abitudini e ti confido che non pensavo di poter cadere di nuovo in certi schemi.

Nell’ultimo mese però, causa lockdown ed un intervento, ho avuto uno stop forzato.

Fino a qui niente di male, cose che accadono.

Ma cosa succede se ti fermi nel periodo Natalizio e perdi il controllo?

Semplice: pensi di rilassarti qualche giorno, come è successo a me, solo che poi quei giorni diventano una settimana, poi due, poi quattro.

Sì, quattro, hai capito bene.

Quattro come i chili che ho messo su alla velocità della luce, tutti allegramente spalmati su cosce e glutei.

E la cellulite è più evidente che mai…

Il problema è che quando devi pensare al lavoro, a fare la mamma, a destreggiarti con la didattica a distanza dei tuoi figli, non riesci a tenere tutto sotto controllo e forse non ne hai neanche voglia.

Se è capitato anche a te di cadere in questo loop sai di cosa parlo.

 

Sai perché nel periodo invernale è più facile metter su cellulite?

Le comode tute e maglioni extralarge mettono un muro tra noi e lo specchio e ci regalano una zona di comfort in cui ci rifugiamo.

Sappi però che il problema è solo rimandato ai primi caldi, perché insieme al maglione non possiamo stipare nell’armadio anche la buccia d’arancia.

Quanto tempo ci hanno messo cellulite e adipe a formarsi?

Ti do una brutta notizia: dai 25 anni in poi il metabolismo rallenta anno dopo anno.

Questo è il motivo per cui a parità di abitudini, ad un certo punto cominci a veder aumentare ciccetta e cellulite.

Mettici anche che la vita di oggi ti portano a a fare sempre meno movimento.

Sei sempre di corsa e ti tocca preferire l’ascensore alle scale per fare prima, oppure usare l’auto anche quando potresti andare a piedi per risparmiare tempo.

Prendere peso, da un punto di vista biologico, è più facile che perderlo: il corpo è programmato per avere riserve di emergenza, e non rischiare mai di restare senza energie per vivere.

Se per prendere un chilo o due ci metti solo qualche settimana, per perderli ci vorrà quindi più tempo.

La cellulite stessa è composta in buona parte da grasso localizzato, ecco perché, se è aumentata in modo evidente, è impossibile pensare di rimettersi in forma in un mesetto soltanto.

Per risolvere un problema di anni non basta un mese, comincia per tempo!

Arriva la bella stagione e tiri fuori dall’armadio quell’abitino che ti piace tanto… ma che fascia troppo e sui fianchi non ti piace proprio l’effetto che fa.

Quindi cominci ad affamarti per riuscire ad indossarlo in un paio di settimane, squilibrando il tuo corpo e mandando in tilt il metabolismo… dì la verità, quante volte ti è successo?

Non sei l’unica a farlo anzi, è una prassi comune alle donne ma questo non la rende efficace o utile al tuo scopo.

La cellulite è un inestetismo complesso, che coinvolge anche la circolazione del sangue e quella linfatica, per migliorarla ci vuole tempo.

Anche perdere peso troppo in fretta è un boomerang che può ritorcertisi contro.

Uno studio pubblicato nel 2005 su The American Journal of Clinical Nutrition ha dimostrato che se la perdita di peso avviene lentamente ed è mantenuta per almeno 2-5 anni, le probabilità di successo sul lungo termine aumentano enormemente.

Viceversa, quando il peso cala in fretta, ci sono altissime probabilità che tu riprenda tutti i chili persi, più gli interessi.

 

Un altro studio del 2002, basato su una popolazione di atleti, conferma la tesi per cui la miglior perdita di peso non deve superare l’1% – 1,5% del proprio peso a settimana.

Nello studio in questione, gli atleti che avevano ridotto drasticamente cibo e liquidi hanno subito conseguenze negative, tra cui perdita di tessuto magro, disturbi ormonali e compromissione delle prestazioni.

Quindi devi perdere peso con calma, se vuoi ottenere un risultato davvero buono e che duri nel tempo.

Un po’ di muscolo non guasta

Fare sport, specie d’inverno, alle volte è davvero una rottura.

Forse però non sai quanto i muscoli dei glutei sono in grado di cancellare quegli odiosi buchetti… la loro compattezza neutralizza la cellulite!

Inoltre, aumentano il lavoro del metabolismo.

Se hai massa muscolare, il tuo corpo consuma più calorie anche a riposo: 1 kg di muscolo brucia intorno alle 25 kcal.

Con questo non ti sto dicendo che devi trasformarti come per magia in una maniaca dello sport.

Sicuramente però un buon allenamento su misura per te è il modo più rapido per raggiungere il tuo obiettivo di bellezza.

Le azioni base per la tua linea

Per ottenere i risultati che desideri senza mollare durante il percorso ti consiglio caldamente di avere una strategia.

Non saltare da un tentativo all’altro senza criterio, ma stabilisci delle azioni chiare da seguire: questo ti aiuterà a perseverare.

Vediamo insieme le fondamenta dalle quali cominciare a costruire il tuo percorso.

Parti dall’alimentazione, prima cominci meno sacrifici fai

Recuperare un equilibrio con il cibo dopo un periodo di “rilassamento” può essere la parte più difficile.

Non serve a nulla fare tagli drastici, difficili da portare avanti per più settimane.

Se ti prendi tempo per regolarizzare il peso con calma e liberare il corpo delle tossine (causa di cellulite), puoi concederti anche qualche sgarro ben calcolato.

Attività fisica: la costanza nel tempo paga

I benefici per la salute (e la linea) dell’attività fisica ormai li hai capiti.

Pensa che ottantotto studi della task force dei servizi di prevenzione degli Stati Uniti, riportati in 145 pubblicazioni, hanno affermato che praticamente tutti possono trarre vantaggio dal diventare più attivi fisicamente. 

La maggior parte delle linee guida internazionali consiglia un obiettivo di 150 min / settimana di attività fisica di intensità da moderata a vigorosa.

In fin dei conti sono meno di tre ore, non è neppure troppo impegnativo!

La tattica migliore è iniziare con calma ed essere costanti, inutile buttarsi in allenamenti estenuanti per poi abbandonare dopo un mese.

Allena anche la tua sete!

Il modo migliore di attaccare la cellulite, insieme allo sport, è affogarla d’acqua.

Letteralmente.

Una quantità adeguata di acqua attacca proprio le cause della sua formazione.

Molte clienti però lamentano una grande difficoltà ad essere costanti nel bere.

Se hai anche tu questo problema, non preoccuparti: anche la sete si può allenare!

Ecco alcune strategie che possono aiutarti:

null
ogni mattina appena sveglia bevi un paio di bicchieri di acqua prima di fare colazione;
null
scarica una App che ti ricordi ogni quanto bere, ne esistono diverse;
null
prepara la tua bottiglia di acqua da 2 litri ogni mattina, ti aiuterà a tenere traccia della tua idratazione giornaliera.

Una giusta idratazione migliora la ritenzione idrica e permette di tenere sotto controllo il peso.

Non finisce qui, anche la natura corre in tuo aiuto per aiutarti a migliorare la linea!

Non sottovalutare il potere delle piante

Come hai visto, la cellulite si forma da una cattiva circolazione venosa e linfatica, diete squilibrate e grasso in eccesso.

Fin dai tempi antichi però, i popoli hanno imparato a sfruttare i benefici delle piante per migliorare questo inestetismo.

Ecco a te una lista di estratti utilizzati da sempre, e che hanno dato nel tempo ottimi risultati:

  • Tarassaco e Betulla, erbe che favoriscono la diuresi grazie ai principi attivi che contengono;
  • Ribes Nero, dall’azione antifiammatoria;
  • Pilosella, Ciliegio, e Ortisifon, che intervengono nel drenaggio dei liquidi;
  • Meliloto e Pungitopo, che favoriscono il microcircolo.

Il giusto mix di questi ingredienti allontanerà da te l’incubo della ritenzione idrica.

Le sostanze che aiutano il metabolismo

Un metabolismo lento rende sempre tutto più complicato.

Per fortuna, anche in questo caso possiamo aiutarci con ingredienti naturali.

Da migliaia di anni, la medicina popolare cinese utilizza la Sinefrina per promuovere la perdita di peso.

Viene estratta dall’arancio amaro e contribuisce a stimolare il metabolismo in modo naturale.

Un’altra pianta che ha meritato le attenzioni degli studiosi per le sue proprietà dimagranti è il Coleus Forskohlii, da cui si estrae la forskolina.

Questa sostanza ha diverse proprietà benefiche tra cui abbassare i livelli colesterolo cattivo (Ldl) e la pressione arteriosa.

Ma l’effetto che la rende più interessante è la capacità di favorire la naturale perdita di peso.

Fino a qui ti ho consigliato le azioni e le strategie che utilizzo io stessa per arrivare a vincere la battaglia con lo specchio.

Il mio aiuto per te però non sarebbe completo se non affrontassi il problema numero uno che affligge le donne.

Cellulite e adipe, come trattarli “da dentro”

Otto donne su dieci soffrono di cellulite e spesso dimagrire non basta per eliminarla.

Una delle principali cause della cellulite è la cattiva circolazione.

Per migliorarle puoi usare sostanze come:

  • Tè Verde e Vite Rossa, contribuiscono a ripristinare la corretta circolazione del sangue;
  • Vitamina C, per migliorare la buccia d’arancia;
  • Centella Asiatica, che interviene in casi di gonfiore e pesantezza a gambe e caviglie.

Come trovare però tutti questi principi attivi senza diventare matta nelle ricerche online, o dover prendere tanti prodotti diversi ogni giorno?

Tranquilla, ci ha pensato XWOMAN NUTRITION per te.

 Il Programma perfetto per la prova costume: BIKINI PACK!

Per venire in tuo aiuto XWOMAN NUTRITION ha preparato BIKINI PACK composto da:

null
CELL RESET, per aiutarti a contrastare gli inestetismi della cellulite favorendo il microcircolo e il drenaggio dei liquidi;
null
DEEP FIRE, a base di Sinefrina e Coleus Forskohlii, che (come hai visto) sono utili per l’equilibrio del peso corporeo;
null
WONDER X, un mix di vitamine e minerali utili per il benessere e la linea;
null
DRENASHOT, per liberarti dei liquidi in eccesso;
XWoman Nutrition - Bikini Pack

E, dal momento che si tratta di prodotti dedicati a noi donne, non poteva mancare una bella pochette per portarli tutti sempre con te… ovviamente in regalo!

Ti ho fatto anche una piccola sorpresa: grazie al codice promozionale STEFANIA15 potrai acquistare BIKINI PACK con uno sconto del 15%.

Sommato allo sconto del 15%, già presente sul sito, potrai avere BIKINI PACK con uno sconto complessivo del 30%!

Il codice è valido su tutti i prodotti presenti sul sito.

Non aspettare l’ultimo momento anche quest’anno, preparati subito alla prova costume con BIKINI PACK, e ricordati di inserire il codice promozionale STEFANIA15 al momento dell’acquisto, per ricevere il 15% di sconto su ogni prodotto e, con gli sconti già presenti sullo shop, ottenere fino al 30% di sconto totale!

 

Stefania Dente

Fitness Coach XWOMAN

1) Weight loss and gain in athletes-Janet Walberg Rankin 1 Curr Sports Med Rep-2002 Aug

2)Long-term weight loss maintenance-Rena R Wing 1Suzanne Phelan

3)Behavioral Counseling to Promote a Healthful Diet and Physical Activity for Cardiovascular Disease Prevention in Adults Without Known Cardiovascular Disease Risk Factors: Updated Systematic Review for the U.S. Preventive Services Task Force [Internet]-Carrie D Patnode 1Corinne V Evans 1Caitlyn A Senger 1Nadia Redmond 1Jennifer S Lin 1Rockville (MD): Agency for Healthcare Research and Quality (US); 2017 Jul. Report No.: 15-05222-EF-1.U.S. Preventive Services Task Force Evidence Syntheses, formerly Systematic Evidence Reviews.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati