Pancia gonfia? Ecco qualche consiglio per ritrovare il vitino di vespa!

donna con pancia gonfia

Ti sei mai ritrovata a chiederti almeno una volta nella vita: “Cosa sta succedendo al mio corpo”?

Un giorno ti osservi allo specchio e senti che qualcosa ti sta sfuggendo di mano.

Passati gli ‘anta, l’orologio biologico ha iniziato a fare scherzi e ti senti sempre più spesso gonfia e stressata!

Non solo: arriva anche qualche chiletto di troppo difficile da mandare via, specie nella zona dell’addome.

Tranquilla, nulla è perduto!

Hai solo bisogno di sapere cosa fare per riprendere il controllo della situazione.

Non si allacciano più i pantaloni? Non sempre è colpa del grasso

Mentre mi allacciavo i pantaloni, maledicevo tutte le ore in palestra, l’attenzione profusa per mantenermi in forma, le patatine a cui aveva rinunciato da tempo.

Tutto quel gran parlare di una vita sana e quei maledetti non si allacciavano più, eppure la bilancia mi diceva che il peso non era variato.

Continuavo a fare ciò che facevo prima, ma il mio addome viveva di vita propria, era come impossessato.

Cosa mi stava succedendo? Cercavo di mettere insieme i pezzi per capire.

Forse era quel ciclo che andava e veniva a suo piacimento a lasciarmi quel gonfiore.

Oppure lo stress, visto che negli ultimi tempi ero più inquieta del solito e meno tollerante.

Poi l’illuminazione: iniziavo a fare i conti con quel periodo che la maggior parte delle donne affronta dai 45 anni in poi.

scritte menopausa problemi ormoni

Quando si descrivono i sintomi della menopausa si parla di:

  • Cambi repentini dell’umore;
  • Vampate di calore e risvegli notturni;
  • Aumento di peso e una diversa distribuzione del grasso (specialmente a livello addominale);
  • Dolori articolari e perdita di densità ossea.

Tutti fastidi che sono direttamente correlati al calo dei livelli di estrogeni e progesterone (ormoni prodotti dalle ovaie) che fisiologicamente arrivano con la menopausa.

Esiste però anche un altro aspetto poco conosciuto e direttamente legato a questa fase, ossia quanto queste alterazioni ormonali siano responsabili di modificazioni a livello intestinale causando stitichezza, gonfiore e difficoltà digestive.

E non solo, questo scompenso causa anche pelle secca, senso di stanchezza, affaticamento e soprattutto facilità ad ammalarsi.

Dopo aver individuato il problema, ero pronta a cercare la soluzione per eliminare quel disagio. Sai come si dice?

La conoscenza è potere”

Continua a seguirmi e scoprirai anche tu come smettere di litigare con i tuoi pantaloni.

Addome gonfio, tutte le cause

Qual’ è l’ultima volta che hai consumato un pasto senza fretta?

Come puoi immaginare, mangiare velocemente non è mai una buona abitudine.

Prendersi tutto il tempo necessario per consumare i pasti evita di introdurre più cibo del dovuto, perché soddisfa prima il senso di sazietà.

Ma non si tratta solo di mangiare più lentamente.

Anche il cambio degli ormoni, che comincia in pre-menopausa, ci mette lo zampino.

Nel 2017 la rivista scientifica Maturitas in collaborazione con Heliyon Clinical Research ha pubblicato una ricerca, in cui veniva messa in evidenza che bassi livelli di estrogeni nelle donne hanno impatto negativo su una vasta gamma di fattori fisiologici tra cui: osteoartrosi, tendenza al sovrappeso, ipertensione e salute intestinale.

Lo studio mette in evidenza come un’alterazione della flora batterica intestinale influenzi i livelli di estrogeni, aumentando la carenza di quest’ ormone e il rischio di aumentare le problematiche legate alla menopausa.

Ora non possiamo fermare il tempo, ma sicuramente possiamo mettere qualche ostacolo qua e là e rallentare fastidiosi disagi che avanzano con l’età.

ragazza che è a correre

Qualche consiglio contro il gonfiore addominale

Ricorda che le abitudini scorrette rappresentano i maggiori responsabili del tanto odiato gonfiore ma anche dell’aumento di peso.

Inizia riducendo al minimo fritture, alcool, bevande zuccherate e gassate che irritano la parete intestinale e causano gonfiore e disturbi digestivi.

Non sottovalutare il movimento che aiuta la digestione e favorisce il corretto assorbimento degli alimenti, considera che pancia piatta e attività fisica vanno sempre a braccetto.

La buona notizia è che se farai tuoi questi consigli vedrai anche scendere il peso sulla bilancia. Il cibo non è sempre un nemico anzi, l’importante e saper scegliere.

Gli alimenti giusti per ridurre il gonfiore addominale

Ci sono diversi alimenti che ti permettano di non allentare la cintura dei pantaloni, anzi, aiutano anche a ridurre il gonfiore.

Ecco a te una lista da cui partire:

null
Finocchio, che favorisce la digestione e riduce i gonfiori addominali. Puoi utilizzare anche semi o tisane di questo elemento per sgonfiare il tuo addome;
null
Banane, kiwi e avocado sono alimenti ricchi di potassio, e regolano i livelli di idratazione e riducono il gonfiore;
null
Yogurt greco, altri tipi di yogurt e kefir sono alimenti probiotici, toccasana per la flora batterica intestinale perché di fondamentale importanza per l’equilibrio dell’organismo.
cibi probiotici su tavolo

Probiotici, i tuoi alleati per il punto vita

Le linee guide del Ministero della Sanità indicano i probiotici come quei microrganismi che si dimostrano in grado, una volta ingeriti in adeguate quantità, di esercitare funzioni benefiche per l’organismo.

Alimentano il microbiota intestinale, cioè quel gruppo di batteri e virus “buoni” che aiutano le funzioni dell’intestino e dell’apparato digerente a mantenersi in buona salute; sono fondamentali perché responsabili dell’assorbimento dei nutrienti e di un sistema immunitario efficiente.

Quando, per le varie ragioni che già ti ho esposto, a questa microflora batterica viene a mancare l’equilibrio, si crea un’alterazione tra quelli che sono i batteri buoni e quelli cattivi.

Quello è il momento in cui comincia la tua battaglia con il punto vita. A questo punto la tua arma segreta per aiutare il tuo corpo a migliorare questi scompensi è proprio l’utilizzo di un probiotico.

Ma attenzione!

Un probiotico per apportare benefici deve avere delle caratteristiche ben precise:

null
esercitare un’azione antinfiammatoria sulle pareti intestinali.
null
stimolare il sistema immunitario;
null
migliorare la barriera intestinale;
null
resistere all’azione dei succhi gastrici;
null
contrastare l’azione dannosa dei microrganismi patogeni (quelli cattivi);

In passato potevamo assorbire i batteri necessari dal cibo, perché per la maggior parte veniva coltivato e prodotto in modo completamente naturale.

Oggi non è più così: il nostro cibo viene coltivato in terreni privi di nutrienti, soggetti a continui agenti chimici, pesticidi, inquinamento e trattamenti che eliminano i batteri buoni.

Come possiamo essere certe, allora, di assicurarci tutti quelli che ci servono?

FLORAXIM, il probiotico formulato per le donne!

Ti dico un segreto. Non sono una patita di pillole e pilloline. Quando un integratore entra nella mia vita deve essere una soluzione pratica, efficace e completa.

Quando XWOMAN NUTRITION ha creato FLORAXIM ho iniziato ad assumerlo. Non era la prima volta che usavo un probiotico ma in precedenza il risultato eccezionale che altri prodotti promettevano, non erano arrivati.

Avevo i miei dubbi. Ma stavolta i punti a favore erano tanti.

null
niente glutine e lattosio, quindi maggiormente indicati per chi ha intolleranze;
null
la doppia combinazione di prebiotici e probiotici lo rende un integratore simbiotico questo assicura che, una volta nell’intestino, questi microrganismi possono svilupparsi, moltiplicarsi e svolgere correttamente le loro funzioni;
null
60 miliardi di fermenti lattici vivi per ogni dose, suddivisi in un mix di 6 ceppi selezionati per garantirne una concentrazione elevata (tanta roba in confronto al misero miliardo di altri prodotti);
null
la presenza di Zinco e Selenio, minerali utili al corretto funzionamento del sistema immunitario. Alleati specialmente dopo gli anta.

I risultati sperati sono arrivati puntuali, restituendomi la serenità nell’infilare un paio di jeans senza scoppiare.

Ti ho fatto anche una piccola sorpresa: grazie al codice promozionale STEFANIA15 potrai acquistare FLORAXIM con uno sconto del 15%.

Sommato allo sconto del 10%, già presente sul sito, potrai avere FLORAXIM con uno sconto complessivo del 25%!

Il codice è valido su tutti i prodotti presenti sul sito.

Inizia subito a mettere a frutto i consigli che hai letto e goditi la tua estate in forma e piena di energia!

Quindi segui i miei consigli e assicurati di avere sempre con te una confezione di FLORAXIM, vedrai che almeno il punto vita smetterà di essere un cruccio.

Ricordati di inserire il codice promozionale STEFANIA15 al momento dell’acquisto, per ricevere il 15% di sconto su ogni prodotto e, con gli sconti già presenti sullo shop, ottenere fino al 30% di sconto totale!

Poi torna qui e lascia un commento per farmi sapere come è andata!

 

Stefania Dente

Fitness Coach XWOMAN

Bibliografia

1)Estrogen-gut microbiome axis: Physiological and clinical implications James M Baker 1, Layla Al-Nakkash 2, Melissa M Herbst-Kralovetz 3 Maturitas. 2017 Sep;103:45-53. doi: 10.1016/j.maturitas.2017.06.025. Epub 2017 Jun 23.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati