MANGI SEMPRE LE STESSE COSE? DIMAGRIRE DIVENTA PIÙ DIFFICILE!

“Stefy, a volte sono demoralizzata, nonostante i sacrifici che faccio sono sempre al punto di partenza, il peso non scende, sono sempre stanca e stressata.”

Questo mi aveva detto Nancy, una mia cliente, quando ci siamo conosciute.

In lotta da sempre con la bilancia, questa ragazza le aveva provate tutte.

Nonostante una famiglia e un lavoro impegnativi (gestisce un’impresa) cercava di organizzare i suoi pasti con precisione.

Ti chiederai allora: “Perché non riusciva ad ottenere risultati?”

Ti rispondo subito. I suoi ritmi frenetici l’avevano portata, suo malgrado, a scegliere sempre gli stessi alimenti per comodità.

All’inizio sembrava anche andare bene (come accade inizialmente in molte diete), ma col passare del tempo questo le ha causato non pochi problemi.

Se anche a te capita di mangiare spesso le stesse cose, continua a leggere la storia di Nancy, forse ti aiuterà ad evitare i suoi stessi errori!

Alimentazione sempre uguale, attenta agli effetti collaterali

La dieta di Nancy, lasciamelo dire, era proprio una tristezza:

La verdura poteva variare tra zucchine, insalata o pomodori, cose veloci e pratiche da preparare.

È abbastanza evidente che, dal punto di vista qualitativo, era una dieta carente, oltre ad essere monotona e ripetitiva, e questa era la ragione del suo stress e della sua costante stanchezza.

Mancavano del tutto alcuni alimenti, come ad esempio yogurt e formaggi, fonti di calcio, e non c’era quasi nessuna varietà di frutta e verdura.

Tutto il contrario, insomma, di una dieta sana ed equilibrata che fornisce tutte le vitamine, minerali e sostanze nutritive.

Senza contare poi che un’alimentazione così restrittiva diventa davvero difficile da mantenere nel tempo.

Se la dieta è noiosa, l’attacco di fame è dietro l’angolo

Una delle cose che mi aveva confessato Nancy, quasi sottovoce, era che più di una volta i suoi sacrifici erano stati annullati in un attimo da selvaggi attacchi di fame.

Non c’è da sorprendersi… se la dieta è molto restrittiva perdi peso velocemente, i primi ad andarsene sono principalmente i liquidi, ma la lancetta sulla bilancia cala e tu sei entusiasta.

Contemporaneamente però il tuo metabolismo rallenta, si mette proprio in “modalità risparmio energetico”, per far fronte alla “carestia” che si trova davanti e mantenersi più possibile in forze.

A questo punto lancia dei veri e propri imput al cervello, comandando di ricaricare le forze con il cibo, e ovviamente ti viene una fame incontenibile.

Se oltretutto fai solo pasti ripetitivi, con cibo scarso e poco gustoso e rinunce eccessive, sarà davvero facile cedere a cibi gustosi e calorici.

E il bello è che non è nemmeno colpa tua!

Fai uno strappo alla dieta e magari ti mortifichi pure, dandoti della debole… è invece è semplicemente il tuo cervello che avverte il deficit energetico e ti invia un segnale per dirti che hai bisogno di nutrirti.

Non preoccuparti, per evitare di cadere in questi errori ci sono soluzioni furbe che puoi sfruttare.

I trucchi per variare la dieta e perdere peso

La prima astuzia è di impostare la tua dieta in modo da non tagliare drasticamente le calorie, e di variare tra diversi tipi di frutta e verdura, pesce e carne.

Non escludere cereali (magari dai la preferenza a quelli integrali) e legumi, che di solito vengono del tutto eliminati quando si sta a dieta: anche loro sono fonte di importanti sostanze nutrizionali.

Questi consigli magari li avrai già sentiti tante volte, e adesso sai perché vale la pena seguirli!

Ecco anche qualche trucco per rendere la dieta più sostenibile e tenere a bada gli attacchi di fame:

In ultimo, ma molto importante, cerca di muoverti: l’attività fisica ti permetterà di consumare qualche caloria in più.

Inizia gradualmente a fare sport concentrandoti su piccoli obiettivi, adatta alle tue esigenze una routine di allenamento ritagliando un po’ di tempo per te.

Bastano soltanto 30 minuti al giorno di attività fisica per migliorare la forma fisica ed essere più energici e attivi.

Il movimento ti aiuterà anche a scaricare lo stress di tutti i giorni.

Devi sapere che una ricerca del 2003 sul comfort food (cibo di conforto) della National American Academy of Science (1), ha esaminato che le persone stressate o depresse sono portate ad una maggiore assunzione di alimenti golosi, nel tentativo di ridurre lo stress cronico.

Arrivare a sera stanche e stressate dopo lunghe giornate passate a lavoro e a stare dietro a figli e casa, può indurti a ricercare conforto nel cibo, cadendo nei malefici attacchi di fame nervosa.

Se è vero che non puoi cambiare lavoro, il capo o i colleghi, è anche vero che alcuni cambiamenti sono in tuo potere, quindi ecco qualche consiglio:

Proprio sulla caffeina quando si parla di dimagrimento girano tanti falsi miti, non lasciarti ingannare!

Caffeina, un falso mito sulla perdita di peso

Probabilmente avrai letto spesso che il caffè è un leggero stimolante e può aiutarti nella perdita di peso.

Queste affermazioni si basano su un concetto pericoloso e controproducente se gestito male.

La bevanda più consumata al mondo ha un profondo effetto sul nostro cervello, tonifica e stimola la veglia; ma agisce anche direttamente sulle cellule nervose e non solo, innescando potenzialmente:

Se è vero, infine, che la caffeina può avere un’azione che induce l’organismo a consumare più calorie, e anche vero che per ottenere tale risultato, la quantità da assumere in un’unica somministrazione dovrebbe superare i 500 mg (circa 5-6 tazze) con pericolosi effetti collaterali sulla salute.

Una o due tazze di caffè non possono farti male, ma utilizzare caffè al fine di perdere peso non è una scelta saggia.

Ci sono molte altre sostanze utili a questo scopo che non hanno questi antipatici effetti collaterali.

Le sostanze che aiutano il metabolismo

La saggezza popolare ci ha tramandato molte conoscenze sulle erbe che contengono principi attivi utili alla perdita di peso come:

In una interessante ricerca del 9 febbraio del 2016 pubblicata dal Phytotherapy Research (2) Forskolina, e Sinefrina sono state classificati come molecole che possono facilitare ulteriormente il metabolismo energetico e la gestione del peso, nonché le prestazioni sportive senza effetti collaterali negativi.

 

Sapevi però che anche vitamine e minerali contribuiscono alla perdita di peso?

Deep Fire il tuo alleato per la perdita di peso

Ho consigliato alla nostra amica Nancy di affiancare queste e altre sostanze alla dieta ipocalorica, utilizzando DEEP FIRE di XWOMAN NUTRITION, e questo per lei ha fatto la differenza nel suo percorso di dimagrimento!

Il bello di DEEP FIRE è che, a differenza di altri integratori utili al controllo del peso corporeo, non contiene caffeina ma sostanze come vitamine e minerali che, in sinergia, danno una spinta al tuo metabolismo e contribuiscono a promuovere il senso di sazietà:

Ti ho fatto anche una piccola sorpresa: grazie al codice promozionale STEFANIA15 potrai acquistare DEEP FIRE  con uno sconto del 15%.

Sommato allo sconto del 10%, già presente sul sito, potrai avere DEEP FIRE con uno sconto complessivo del 25%!

Il codice è valido su tutti i prodotti presenti sul sito.

Inizia subito a mettere a frutto i consigli che hai letto e goditi la tua estate in forma e piena di energia!

E non dimenticare l’asso nella manica, DEEP FIRE!

Ricordati di inserire il codice promozionale STEFANIA15 al momento dell’acquisto, per ricevere il 15% di sconto su ogni prodotto e, con gli sconti già presenti sullo shop, ottenere fino al 30% di sconto totale!

 

Stefania Dente

Fitness-Coach X-WOMAN

Bibliografia

  1. 1Chronic stress and obesity: a new view of “comfort food”

    Mary F Dallman 1, Norman Pecoraro, Susan F Akana, Susanne E La Fleur, Francisca Gomez, Hani Houshyar, M E Bell, Seema Bhatnagar, Kevin D Laugero, Sotara Manalo

  2. Phytother Research Epub 2016 Feb 9.A Review of Natural Stimulant and Non-stimulant Thermogenic Agents

    Sidney J Stohs 1, Vladimir Badmaev 2

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati