Gli integratori brucia-grassi funzionano davvero?

Penso sia successo anche a te di trovare online in qualche prodotto, nominato “brucia-grassi”, che ti prometteva il miracolo di farti dimagrire senza sforzo.

Di sicuro ti sei cullata un attimo nell’illusione di perdere peso restando comodamente sdraiata sul divano a mangiare dolciumi…

Poi sei tornata coi piedi per terra e hai capito da sola che questo è un sogno meraviglioso, ma irrealizzabile.

Eppure il tarlo che ci sia una compressa magica per dimagrire senza fatica ha continuato a rosicchiarti il cervello e ti sei continuata a chiedere se questi prodotti funzionano davvero, e come

Bene, oggi è arrivato il giorno in cui queste domande avranno una risposta!

 

 

Intanto cancella subito dalla tua testa il termine “brucia-grassi”, perché:

 

1. È sbagliato tecnicamente, l’azione vera che avviene nel corpo non ha nulla a che fare con questo, infatti i grassi vengono “scomposti” in pezzi più piccoli, che a loro volta vengono usati dalle cellule per produrre energia (se metti una fetta di pancetta alla griglia invece vedi cosa succede realmente ad un grasso quando brucia);

 

2. È sbagliata l’idea anche come concetto, perché detto così sembra davvero qualcosa che fa dimagrire anche se passi le giornate ad ingurgitare torte e ciambelle, e invece non è assolutamente vero.

 

Esistono degli integratori che aiutano a lavorare sul peso e a ridurre i grassi, e il loro nome tecnico è “integratori termogenici”.

Perché si chiamano in questo modo lo vedremo tra poco, prima bisogna fare un passo indietro per capire bene come agiscono ed in che modo possono davvero aiutarti a tenere a bada la bilancia!

 

Cominciamo col dire che questi prodotti agiscono nel corpo lavorando sul tuo metabolismo, per cui sarà bene capire meglio come questo funziona.

Come funziona il metabolismo

Cosa sia il metabolismo, grossomodo, penso tu lo sappia.

È quella funzione del tuo corpo che ti fa assimilare il cibo e consumare calorie, o almeno questa è l’idea generica che hanno un po’ tutti.

E non è un’idea del tutto sbagliata, però un po’ vaga.

Per la maggior parte delle donne è invece una parte del loro organismo difettosa, perché di calorie ne usa poche e per colpa sua ingrassano.

Forse anche per te è così, e hai maledetto spesso il tuo organismo perché fai fatica a perdere peso…

Beh, non è proprio colpa sua (e tua).

Non sei fatta male se consumi poche calorie e tendi creare “riserva, anzi, vuol dire (purtroppo) che il tuo corpo funziona anche troppo bene!

Per capire come madre natura ti ha programmata torniamo indietro di qualche millennio:

Prova ad immaginare una donna preistorica, che deve sopravvivere nella natura selvaggia con quasi nulla ad aiutarla, nemmeno un piccolo frigorifero per conservare il cibo.

Mangia quando trova o cattura del cibo (perché se aspetta quell’inetto del suo uomo preistorico sta fresca) e magari deve stare a digiuno per molto tempo.

Un metabolismo serio, che sa il fatto suo, riesce sempre ad usare meno calorie possibili per lasciarne qualcuna di scorta (sotto forma di grasso) per i tempi di magra.

Quindi se anche il tuo ha questa qualità, sappi che sta facendo solo il suo dovere, ed è in grado di garantirti la sopravvivenza se naufraghi su un’isola deserta!

Scherzi a parte, il funzionamento del metabolismo è molto complesso, per questo portarlo a lavorare come piacerebbe a te non è semplice.

Capire meglio la sua logica è il primo passo per renderlo tuo alleato.

Tecnicamente la parola metabolismo comprende tutte i meccanismi che avvengono nel tuo corpo per trasformare il cibo che mangi in energia.

E chiaramente questa energia ti serve per vivere.

Viene suddiviso in due categorie:

  • Il catabolismo, che consiste nel ridurre il cibo in molecole sempre più piccole, in modo che le cellule possono usarle per produrre energia;
  •  
  • L’anabolismo, che elabora le molecole più piccole in avanzo e le trasforma o in tessuti o materiale che serve al corpo per ricostruirsi e crescere, o in riserve di energia per il futuro (come ad esempio il grasso). Questo serve a permettere che il tuo corpo abbia sempre la possibilità di sopravvivere in qualsiasi momento (anche sull’isola deserta).

 

 

È solo lavorando sul metabolismo che puoi avere il controllo del tuo peso, perché in pratica gestisci le tue scorte di grasso.

Come e quanto però può variare, e se vuoi puoi guidare questo cambiamento.

Sappi intanto che sua attività cresce fino circa ai 25 anni, e quindi consuma progressivamente più calorie.

Da lì in poi in poi però piano piano rallenta.

Se hai notato che, superata questa età, il tuo corpo ha fatto più fatica a dimagrire sappi purtroppo è normale.

Ma non tutto è perduto: puoi comunque spronarlo ad usare più calorie e a sfruttare il grasso di troppo in energia,

 

Intanto devi sapere che il metabolismo di divide in due:

  • Metabolismo basale.
  • Metabolismo energetico.

 

Fanno cose diverse e a dire il vero tu puoi stimolare entrambi!

Cosa fa il metabolismo basale?

Quando sei sveglia ma in stato di riposo, magari sdraiata sul divano ad occhi chiusi per una piccola pausa pomeridiana, ti sembra di non consumare energia per niente.

Sbagliato!

Il tuo corpo ne sta usando invece, e anche tanta: per far battere il tuo cuore, per respirare, per far funzionare il cervello e tantissime altre cose.

Praticamente il tuo corpo utilizza calorie per mantenerti in vita e basta, è questo è proprio il metabolismo basale.

Sembra impossibile, ma un adulto sano usa circa il 65-75% delle sue energie totali solo per questo.

E pensa, il consumo maggiore arriva dalla massa magra, rappresentata dai muscoli e dagli organi interni, in particolare cervello, fegato, reni e cuore.

Quindi di fatto più sono sviluppati i tuoi muscoli, più il tuo metabolismo basale consuma calorie.

La quantità di energia usata però varia moltissimo da una persona all’altra: se sei a cena con qualcuno e mangiate le stesse identiche cose, sicuramente uno di voi due ingrasserà più dell’altro.

Come mai queste (ingiuste) differenze?

 

Ci sono dei motivi di base imposti dalla natura, che sono:

 

1. Il sesso, il metabolismo basale è più alto negli uomini perché hanno più muscolatura delle donne (e come abbiamo visto prima, questo fa consumare più calorie);

2. L’età, col passare del tempo il metabolismo basale rallenta;

3. I fattori ormonali, che influenzano moltissimo il metabolismo e, soprattutto nelle donne, possono cambiare drasticamente in alcuni momenti della vita (ad esempio con le gravidanze o la menopausa).

E il metabolismo energetico?

Il metabolismo energetico è quello su cui puoi lavorare di più, perché è composto dall’attività fisica che fai ogni giorno e da alcuni alimenti che stimolano la trasformazione di grassi in energia (vedremo meglio dopo di cosa si tratta).

Ci sono dentro anche le calorie che consumi quando digerisci e quando il tuo corpo assorbe e usa gli alimenti ingeriti.

Purtroppo questo metabolismo consuma una percentuale più bassa delle calorie giornaliere, circa il 30%… però tu puoi aumentarla, facendo attività fisica intensa e regolare.

Insomma, hai modo di cambiare le sorti del tuo corpo: se ti muovi nel modo giusto puoi sicuramente perdere peso e rendere il metabolismo un tuo alleato a questo scopo!

Ma come?

Ok, ma quindi come si fa a dimagrire?

Hai capito che il metabolismo è un gioco di equilibri.

Per farti vivere usa un tot di energie, espresse in calorie.

Quindi l’’unico modo per dimagrire reale e ufficialmente riconosciuto è quello di seguire una dieta ipocalorica, cioè con meno calorie di quelle che serve al tuo corpo durante il giorno.

Quando questo succede, il tuo corpo prende le riserve di scorta (cioè i grassi) per arrivare alla quota energetica che gli serve.

Di conseguenza dimagrisci.

Le diete ipocaloriche però non devono essere fatte a caso o improvvisate, ma formulate su misura per te.

Se fai diete con troppe poche calorie per tanti anni di seguito, per difesa il tuo metabolismo si “calibra” su un consumo basso, e ottieni l’effetto contrario a quello che cerchi: lo rallenti.

O, peggio ancora, con alimentazioni fatte a caso rischi proprio di compromettere la tua salute.

Quindi sono bandite le diete fai da te o quelle da due soldi prese online.

Oggi hai a disposizione anche dei libri seri, scritti da nutrizionisti esperti, che possono essere un valido strumento per costruire un programma alimentare serio, bilanciato e su misura per te.

È ovvio che se hai qualche particolare problema di salute è invece meglio sentire sempre il medico di riferimento.

Come dare sprint al tuo metabolismo

Ok, hai capito, per dimagrire bisogna mangiare di meno… e poi?

Purtroppo non ci sono altre strade, o formule magiche, per perdere peso.

Puoi però migliorare il tuo metabolismo e dargli una mano.

La sua velocità ed efficienza, infatti, cambia a seconda di certe condizioni che tu puoi indirizzare.

È un po’ come fare sport, per esempio se giochi a tennis la tua bravura sarà in base al tuo allenamento e alla tua competenza, sicuramente però giocherai meglio se hai i vestiti giusti e la racchetta più adatta. 

Allo stesso modo il tuo metabolismo non può essere stravolto, non potrai avere quello di un campione olimpionico di 20 anni, puoi però dargli una mano a farlo rendere al massimo.

I consigli per aiutare il metabolismo

Ci sono diversi modi per aiutarti nella dieta.

Alcuni sono più potenti e altri un po’ meno, ma sono tutti accessibili e puoi metterli in pratica in qualsiasi momento:

 

1. Mangia lentamente.

Quando mangi troppo velocemente e non mastichi correttamente i cibi assimili peggio gli alimenti e puoi gonfiarti e ingrassare.

Anche se questa cosa forse non influenza moltissimo il metabolismo, è sempre un buon consiglio da seguire.

Infatti i ritmi di vita serrati spesso portano a mangiare troppo velocemente!

 

2. Non scordarti le proteine.

Le proteine, insieme allo sport, ti aiutano a far crescere i muscoli che, come abbiamo visto, danno una bella spinta al tuo metabolismo.

 

3. Fai sport.

Lo sport è fondamentale per la crescita e il mantenimento dei muscoli.

Quando fai sport, inoltre, aumenti il numero delle calorie consumate durante la giornata!

 

Non finisce qui.

La natura ogni tanto regala delle belle sorprese: come molecole in grado di spronare tuo metabolismo!

 

Vale la pena parlarne più nel dettaglio:

Gli alimenti che danno una mano al metabolismo

Ci sono diverse categorie di sostanze che possono aiutarti a regolare il peso.

Attenzione: non puoi far conto solo su di loro per dimagrire, sia chiaro.

 E non devi nemmeno assumerne in quantità eccessive, pensando magari di ottenere risultati migliori.

Può essere controproducente, come vedremo tra poco.

Questi cibi, se li usi con giudizio in una dieta equilibrata e li abbini allo sport, possono darti una mano concreta:

 

  • Alimenti ricchi di iodio.

Come il pesce o i crostacei, ad esempio.

Lo iodio aiuta il lavoro della tiroide, che produce degli ormoni che favoriscono l’uso dei grassi di riserva.

 

  • Caffè, cacao, tè verde e guaranà.

Queste sostanze hanno un’azione stimolante per il metabolismo.

Allo stesso tempo, però, se eccedi nel loro consumo possono causare effetti negativi sul benessere del corpo.

 

 

Gli estratti attivi di questi alimenti sono proprio quelli che vengono usati comunemente negli integratori di cui parlavamo all’inizio!

 

Queste sostanze stimolano il metabolismo e “muovono” i grassi accumulati per farli utilizzare dal corpo.

Il problema è che un loro uso sbagliato invece di aiutare il tuo organismo lo danneggia.

D’altronde sai benissimo anche tu l’effetto che prendere troppi caffè può dare nervosismo, tremore e addirittura palpitazioni ed insonnia.

È arrivato il momento di vedere nel dettaglio come funzionano questi integratori termogenici.

Sbirciamo il trucco dietro la magia degli integratori termogenici!

Convincerti che un integratore termogenico da solo faccia un miracolo, e ti permetta di perdere dieci chili in un mese, è un miserabile inganno di chi te li vende.

 

Facciamo un piccolo riassunto:

l’unico modo per dimagrire è l’alimentazione ipocalorica.

E il sistema più efficace di attivare il metabolismo è fare attività fisica e costante.

Senza questi due pilastri, nulla riesce davvero a farti perdere peso.

 

Questa cosa ti deve essere chiara, altrimenti rischi di sprecare tempo e denaro in prodotti che ti hanno promesso risultati favolosi e, purtroppo, inesistenti.

E la maggior parte di quelli che te li vendono (e che chiamano “Brucia Grassi”, o “Chetogenici” o altri nomi di fantasia) vogliono farti credere proprio questo, approfittando della tua ingenuità e della mancanza di informazioni corrette in giro.

Proprio per salvarti da questi truffatori è bene che tu sappia le cose come sono realmente.

Gli integratori Termogenici hanno lo scopo unico di velocizzare il lavoro della dieta e dello sport.

In questo senso, possiamo dire che un buon integratore termogenico, con una formula studiata bene e con ingredienti certificati, validi e sicuri, è un grandissimo aiuto!

E può concretamente accorciare il tempo che ti separa dai risultati che cerchi.

Come funzionano realmente i termogenici?

Il nome arriva dalla sostanza verso cui agiscono, che è una proteina: la Termogenina.

Questa proteina è naturalmente presente nel corpo e ha la funzione di convertire i grassi in calore e energia.

Ci sono in commercio alcuni farmaci con azione termogenica, che possono essere acquistati solo con prescrizione medica e devono essere sempre assunti sotto controllo di un medico specializzato.

In questa categoria troviamo anfetamine, ormoni tiroidei e ormoni GH.

Questo tipo di farmaci vengono utilizzati solo quando ci sono seri problemi di salute e richiedono un costante monitoraggio.

Di certo non sono la soluzione giusta per dimagrire da un normale sovrappeso, soprattutto perché sono davvero pericolosi per la salute e hanno gravissime controindicazioni.

Ci sono poi in commercio sostanze naturali che hanno azioni simili, ma decisamente meno aggressive e invasive e con minori effetti collaterali.

Agiscono comunque con lo stesso meccanismo: aiutano a trasformare il grasso in energia.

 

Alcune di queste erano accennate prima, facciamo comunque una panoramica per conoscerle meglio:

 

1. La caffeina è uno dei più utilizzati, ma come sai anche tu può avere diversi effetti collaterali (i cui più significativi sono rivolti al sistema nervoso e a quello cardiovascolare).

 

2. la Fucoxantina è un pigmento derivato principalmente dalle alghe brune, ma presente anche nelle verdi e rosse.

Il suo il limite è quello di essere un composto iodato, e quindi un uso troppo prolungato o eccessivo può creare alterazioni e disfunzioni alla tiroide.

 

3. La teobromina si trova nel cacao ed è parente della caffeina.

Ha purtroppo gli stessi effetti collaterali, motivo per cui anche lei può essere usata solo in modo controllato ed estremamente limitato.

 

4. La Teofillina è la terza sorella della caffeina, presente soprattutto nel tè verde ma anche in piccola quantità nel cacao e nel caffè.

Stessi principi di azione, purtroppo anche stesse controindicazioni.

 

Sembra che anche le sostanze termogeniche più naturali e meno invasive abbiano, alla fine, molti limiti d’uso.

Le controindicazioni, sebbene molto più leggere di quelle dei farmaci, restano comunque tante e piuttosto antipatiche.

 

Ma non ci sono solo quelle…

Le alternative per formulare un valido integratore!

Non devi demoralizzarti, e neppure aver paura degli integratori termogenici.

Esistono anche delle altre sostanze che non danno questi effetti collaterali.

 

Dalla buccia dell’arancia amara infatti arriva la Sinefrina, un’altra molecola in grado di stimolare il metabolismo e promuovere la conversione dei grassi in energia.

La Sinefrina non stimola il sistema nervoso e non contiene iodio, quindi non comporta gli effetti collaterali presenti nelle altre molecole di cui abbiamo parlato.

 

E non finisce qui: ci sono anche altre molecole che lavorano per questo scopo, vediamole!

Ci sono tanti ingredienti che aiutano il peso corporeo!

La natura offre molte soluzioni per aiutare il metabolismo energetico e la riduzione della massa grassa.

Ecco le sostanze usate con più successo nel mondo dell’integrazione:

 

  • Il Coleus Forskohlii.

Questa pianta pare sia ancora più efficace in combinazione alla Sinefrina!

 

  • Le Vitamine B3, B5, B6 e B12.

Un grande aiuto arriva anche dal variopinto universo delle Vitamine, in modo particolare dal nutrito gruppo delle vitamine B. Le Vitamine B3, B5, B6 e B12 hanno infatti anche la funzione di supportare il metabolismo.

Molto utile se combatti con un metabolismo lento.

 

  • Il Cromo e lo Zinco.

Anche questi minerali aiutano il lavoro del metabolismo e sono in grado di dare un valido contributo alla formulazione di integratori che regolano il peso.

 

  • L’Acetilcarnitina.

È una molecola utilizzata da tempo e piuttosto apprezzata dai fruitori di questi prodotti.

 

  • La L-tirosina.

È un aminoacido che fa da precursore ormonale.

Regola infatti l’attività di diversi ormoni, come Tiroxina, Dopamina e Adrenalina.

Controlla anche l’appetito e favorisce il senso di sazietà.

 

  • L-fenilalanina.

Anche a questo aminoacido viene attribuita la capacità di regolare l’appetito e promuovere il senso di sazietà.

 

La cosa interessante è che tutte queste sostanze “parlano” tra di loro, dandosi man forte e incrementando gli effetti l’una dell’altra.

E insieme potenziano il risultato finale.

 

È il motivo per cui questi esatti ingredienti sono stati selezionati da XWOMAN NUTRITION e inseriti in DEEP FIRE, l’integratore specifico per aiutare il controllo del peso!

Puoi usare DEEP FIRE con serenità, perché la sua composizione è stata minuziosamente studiata ed è in grado di garantirti efficienza e sicurezza!

In DEEP FIRE infatti, sono state escluse tutte le sostanze che abbiamo nominato prima, come lo Iodio e Caffeina, proprio per evitarti i loro spiacevoli effetti collaterali.

 

Prova DEEP FIRE, lo trovi qui:

XWoman Nutrition - Deep Fire utile per l'equilibrio del peso e stimolo metabolico - Integratore Alimentare

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Sommario

On Key

Articoli Correlati